pulaPola - la città di 3000 anni di storia Istriana sistemata a sud della penisola Istriana, accerchiata da sette colli all’interno di un golfo, circondata da chilometri di spiaggie per tutti i gusti. Come tutta la regione pure Pola è conosciuta per il clima mite, mare limpido, intatto e pulito. Ha una grande tradizione nel turismo, nella pesca, nella vinicultura, nella ingeneria navalle.

Come risultato di una intensa attività politica passata, Pola risulta una città multi etnica, multiculturale, al centro della cultura europea e mediteranea, un insieme di lingue e culture legate al centro europeo e al Mediteraneo. L’architettura polesana riflette le varie epoche storiche. Qui si trova una ricchissima collezione di monumenti storici, archittetonici, una ricchezza di chiese, fortezze e resti di ogni tipo dell’ epoca romana.

L’Amfiteatro di Pola sovrana la città. Durante l’estate diventa un palcoscenico interrnazionale di film, concerti dove hanno partecipato grandi e illustri nomi dell’ arte e della cultura mondiale. La leggenda dice che le fate al tempo dei Romani hanno portato durante la notte massi enormi di pietre dal Monte Maggiore per costruire l’ Arena. Il loro lavoro è stato interotto dal canto del gallo e le fate hanno dovuto scappare via per non essere viste dagli umani. Per questo motivo secondo la leggenda l’ Arena è rimasta senza il tetto.

Un posto fantastico dove potete vedere e conoscere i resti romani è il Foro – la piazza più antica della città.

Visitate il fantastico tempio d’ Augusto nella stessa piazza Foro, dedicato all’ imperatore romano Augusto e alla dea Diana.

Continuate la vostra passeggiata fino a Porta Aurea o al Arco dei Sergi – datato al 29 – 27 a.C. È stato costruito da parte della famiglia Sergi – in onore ai tre membri della famiglia che avevano titoli nobiliari e funzioni alte di impiegati nella direzione politica della città di quel tempo. L’ Arco dei Sergi è situato a canto della porta Aurea – il nome si crede sia stato dato dagli ornamenti dorati e dalla ricchezza dei stessi.

Sulla piazza Portarata accanto al Arco dei Sergi si trova una scultura dedicata al famoso scrittore James Joyce che sembra sia stato un visitatore di Pola. Vicino al caffe bar Uliks si trova la casa dove lui insegnava la lingua inglese. Sulla terrazza del caffe bar oggi sta seduta la „figura“ di James Joyce.

Se andate avanti verso i „Giardini“ potete seguire parte dei bastioni che nel medio evo circondavano la città. Il passaggio veniva permesso da dieci porte. Una di questa è Porta Gemini, chiamata cosi per la costruzione fatta su due archi gemmeli attraverso i quali si entrava nella città. Porta Gemini ci conduce fino al Museo Archeologico e al Castello.

Qui si trovano alcune chiese che meritano di essere visitate, come la chiesa bizantina S. Maria Formosa, la chiesa di S. Francesco e la Cattedrale Santa Maria. Pola è una città moderna indirizzata verso il turismo con una ricchezza gastro e di divertimenti. Ha molti centri comerciali, boutique e caffe bar caratteristici. La vita mondana noturna e attiva e le attivita culturali di Pola sono le piu famose di tutta la regione. Nell’ Amfiteatro si tengono concerti di musica classica e moderna con musicisti famosi di tutto il mondo. Merita una grande attenzione il festival del Cinema, dell’ opera e altre manifestazioni.

Galleria: